Formaggi

IL MERCATO DEL FORMAGGIO IN FRANCIA

Il principale flusso di importazioni proviene dall’Olanda (170,4 migliaia di tonnellate per oltre 477 milioni di dollari di fatturato). L'Italia, con 115,2 migliaia di tonnellate e ricavi di 807 milioni di dollari, è il secondo partner commerciale e rappresenta il 21,7% del totale di formaggi importati.

Categorie: Formaggi
IL MERCATO DEL FORMAGGIO IN FRANCIA

IL MERCATO DEL FORMAGGIO IN FRANCIA

Il principale flusso di importazioni proviene dall’Olanda (170,4 migliaia di tonnellate per oltre 477 milioni di dollari di fatturato). L'Italia, con 115,2 migliaia di tonnellate e ricavi di 807 milioni di dollari, è il secondo partner commerciale e rappresenta il 21,7% del totale di formaggi importati.

Calendario giovedì 4 agosto 2022

 

Secondo i dati UN Comtrade, nel 2021 il mercato del formaggio in Francia ha subito una forte espansione, con le importazioni che si attestano a 529,7 migliaia di tonnellate (+39,4%/2020) e i ricavi che ammontano a circa 2,4 miliardi di dollari (+0,1%/2020).

Il principale flusso di importazioni proviene dall’Olanda (170,4 migliaia di tonnellate per oltre 477 milioni di dollari di fatturato) seguita dall'Italia che, con 115,2 migliaia di tonnellate e ricavi di 807 milioni di dollari, rappresenta il 21,7% del totale di formaggi importati.

Come risulta dai dati di Euromonitor International, nel 2021 i consumatori francesi hanno acquistato 1.128,4 migliaia di tonnellate di formaggio, il 3,0% in più rispetto all’anno precedente. Tale incremento è dovuto principalmente alla ripresa del canale foodservice, che passa da 112,0 a 144,4 migliaia di tonnellate, in crescita del +28,9%. In miglioramento anche il canale retail, che raggiunge le 984 migliaia di tonnellate (+0,1%/2020).

La pandemia da Covid19 ha influito in maniera negativa sul canale foodservice, che registra un decremento del -36,4% fra il 2017 e il 2021. Scenario diverso per il canale retail che nel quadriennio ha fatto registrare un incremento complessivo +8,2%.

Nel 2021 crescono anche i ricavi retail, che superano i 9,5 miliardi di euro (+0,7%/2020). Il formaggio non trasformato è la categoria che costituisce la gran parte delle vendite, con ricavi che hanno superato gli 8,7 miliardi di euro (+0,8%/2020) contro i poco più di 929,6 milioni di euro derivanti dalle vendite del formaggio trasformato (+0,4%/2020).

Nel medio periodo (2017-2021), la crescita dei ricavi totali provenienti dalle vendite di formaggio in Francia è stata del +12,0%.

Tutte le sottocategorie registrano risultati positivi nell’ultimo anno di rilevazione. In particolare, gli acquisti del “formaggio a pasta molle” sono cresciute del +1,2% rispetto al 2020, seguite dal “formaggio trasformato spalmabile” che fanno segnare un +1,0% rispetto all’anno precedente.

Completano il report:

  • le quote di mercato dei principali player a scaffale distinti per ciascuna delle categorie oggetto dell'indagine;
  • l'analisi dei canali di distribuzione off-trade (moderna, tradizionale ed e-commerce);
  • le previsioni di vendita per il periodo 2021-2026.

 

Export & Mercati è una collana di approfondimenti realizzata dall'Ufficio Studi e Ricerche di Fondosviluppo per l'Ufficio per le Politiche di Internazionalizzazione e Mercati di Confcooperative.

Per ulteriori informazioni o richieste di report personalizzati, scrivi a internationaloffice@confcooperative.it.

Documenti da scaricare

Multimedia

Tag

Export & Mercati Formaggi francia