VINI E SPARKLING WINE

IL MERCATO DEI VINI E DEGLI SPARKLING WINE IN SVEZIA

La Svezia è un mercato molto importante per i vin e gli spumanti made in Italy. Nonostante la riduzione degli ordinativi registrati nel 2021, il nostro Paese rimane il secondo partner commerciale per i vini ed il primo per la categoria sparkling wine

Categorie: Export & Mercati, Vini e Sparkling Wine
IL MERCATO DEI VINI E DEGLI SPARKLING WINE IN SVEZIA

IL MERCATO DEI VINI E DEGLI SPARKLING WINE IN SVEZIA

La Svezia è un mercato molto importante per i vin e gli spumanti made in Italy. Nonostante la riduzione degli ordinativi registrati nel 2021, il nostro Paese rimane il secondo partner commerciale per i vini ed il primo per la categoria sparkling wine

Calendario mercoledì 27 luglio 2022

 

IL MERCATO DEI VINI

Secondo i dati UN Comtrade, nel 2021 le importazioni di vino in Svezia fanno registrare una contrazione del -11,7% in volume e un aumento in valore del +2,8% rispetto al 2020.

L’Italia è il secondo partner commerciale con 33,2 milioni di litri (-23,7%/2020) per un giro di affari di oltre 160 milioni di dollari (+2,7%/2020). Al primo posto la Francia con 35,3 milioni di litri (+0,2%/2020) esportati nel 2021, corrispondenti a ricavi per 177,9 milioni di dollari (+10,0%/2020).

Relativamente al consumo interno, nel 2021 diminuiscono i volumi di vendita del vino (-1,3%/2020) a causa di una contrazione degli acquisti nei canali off-trade (-2,1%/2020). Al contrario, nei canali on-trade si registra un aumento dei volumi di vendita del +11,7% rispetto al 2020. Scenario opposto se si guarda al medio periodo: tra il 2018 ed il 2021 le vendite nei canali off-trade sono cresciute del +10,1% a fronte di una contrazione degli acquisti on-trade in calo del -27,4% (Elaborazione su dati Eurimonitor International). 

 

IL MERCATO DEGLI SPARKLING WINE

Nel 2021 le importazioni di Sparkling Wine in Svezia mostrano una flessione del -6,5% rispetto al 2020 (Elaborazione su dati UN Comtrade).

L’Italia, nonostante nel 2021 vede registrare un decremento degli acquisti del -15,7%, si conferma al primo posto tra i principali Paesi fornitori, con una quota del 36,6% in volume, con un giro di affari di 43,2 milioni di dollari. Segnali positivi, invece, per la Francia che, con un giro di affari di 93,7 milioni di dollari, cresce del +19,8% rispetto al 2020. Da notare come Italia e Francia, congiuntamente alla Spagna, rappresentino più del 91% del totale delle importazioni di Sparkling Wine in Svezia.

Per quanto concerne i consumi interni di Sparkling Wine (Champagne e Altri Sparkling Wine)nel 2021 ammontano a 27 milioni di litri, in crescita del +11,1% rispetto al 2020. Il 96% delle vendite (25,8 milioni di litri) transita tramite i punti vendita dei canali off-trade, che nell’ultimo anno sono cresciute del +11,9% rispetto al 2020 ma di oltre il 30% se consideriamo l’ultimo quadriennio 2018-2021. Il restante 4% (1,2 milioni di litri) degli Sparkling Wine è stato consumato nei punti vendita on-trade. Se nel 2021 i dati ci dicono di un incremento degli acquisti del +9,2% rispetto al 2020, nel medio periodo (2018-2021) si registrano ancora delle perdite in volume del -25%.

Complentano il report: 

  • un'analisi delle quote di mercato dei principali brand e società presenti a scaffale;
  • i canali di distribuzione (moderna, tradizionale/specializzati ed e-commerce);
  • le fasce di prezzo per categorie di vini e sparkling wine;
  • le previsioni di vendita 2021-2026.

Export & Mercati è una collana di approfondimenti realizzata dall'Ufficio Studi e Ricerche di Fondosviluppo per l'Ufficio per le Politiche di Internazionalizzazione e Mercati di Confcooperative.

Per ulteriori informazioni o richieste di report personalizzati, scrivi a internationaloffice@confcooperative.it.

Multimedia

Tag